Author

Alfredo Bellandi

""Si può studiare la storia dell’arte seguendo il filo rosso della biografia di un artista oppure raccontarla attraverso la vicenda delle opere d’arte dai luoghi dove la committenza le volle.""

Alfredo Bellandi insegna all’Università degli Studi di Perugia. I suoi studi riguardano la scultura fiorentina del Rinascimento, la diffusione e fortuna dei suoi modelli nel Quattrocento e nel gusto dell’Ottocento con un interesse per i materiali, le tecniche artistiche ed il restauro, le vicende del collezionismo, del museo e della critica.

Author's books

L’officina dello sguardo

20.00
Spolia, reimpiego, restauro nella scultura del Quattrocento toscano

Il saggio indaga alcuni esempi di spolia, reimpiego e restauro nella scultura del Quattrocento tra Firenze, Lucca, Pisa, Rimini e Perugia un’attività non marginale nelle botteghe degli scultori che riguardò le opere di committenza laica e religiosa. Oltre i casi noti di Mino da Fiesole e Verrocchio, questo scritto, attraverso l’analisi di alcune opere sulle quali intervennero, impiegando materiali di spolia o restaurandole, Donatello, Buggiano, Andrea Guardi, Agostino di Duccio, Leonardo del Tasso, Francesco di Valdambrino e Matteo Civitali, permette di acquisire un profilo su una pratica operativa connessa alla rilavorazione dell’‘antico’ e all’aggiornamento liturgico o civico-simbolico delle sculture: aspetti che assieme al tema della conservazione delle opere si intersecano con le tecniche artistiche, la storia della committenza e del collezionismo.

error: Il contenuto è protetto. Non sei autorizzato ad utilizzarlo!!